Fiere

Eicma 2018

08 novembre 2018

Ieri giorno 7 novembre ho visitato l'Eicma come operatore , tante e tante novità in tanti settori, sarebbe riduttivo parlarne in poche righe anche perché ci sono già autorevoli riviste che ne parleranno ampiamente.

Quello che ho notato è che c'è una crescente attenzione alla motorizzazione elettrica su due ruote, nuovi e agguerrite realtà cercano di farsi largo tra le note. Il filone classic o vintage chiamatelo come volete dilaga sia tra l'abbigliamento e accessori come nelle moto vere e proprie. 

La moto forse più rivoluzionaria per soluzioni tecniche su una prossima stradale sarà la Vins, italianissima di Maranello (Vins Motors) che punta su un compatto 2 tempi in una ciclistica d'avanguardia. Avete capito bene, un 2 tempi, un ritorno al futuro in questo caso, vista l'iniezione e altre chicche.

(PS qui sono di parte, capitemi, sono cresciuto sulle due tempi, RS 125 e 250 :) ......)

Tra le big, per me vince a mani basse la nuova T7 Yamaha, il lancio è previsto per l'estate prossima, attardati da noie al telaio durante i test, i Jap stanno preparando l'invasione, perchè si, ripeto a mio giudizio, ne vedremo tante in giro. Una moto molto snella e filante, con un faro molto personale e spinta da un bicilindrico parallelo.

La rivale diretta, la Kappa 790 ha quel grosso e sporgente serbatoio in basso che sì darà molta maneggevolezza ma la rende goffa e sgraziata nella linea.  

Tra le mono dual sport, notevoli la Kappa 690 enduro e la 701 Husqvarna poi mi sono piaciute la Swm 600 e la Fantic caballero rally. Sorvolo al momento sulle sportive ma confesso che sulla MV Agusta Brutale 1000 serie oro ci ho lasciato gli occhi.

Novità anche per i nuovi carter vespa della Malossi oltre a nuovi gruppi termici in alluminio 177. Idem alla Piansco. Se avete altre curiosità o moto che volete vedere ho un archivio pieno di foto che per ovvi motivi non posso pubblicare tutte.



Articoli Suggeriti

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Informazioni